reset

Formulare il giusto prezzo

stabilisci il prezzo sugli affitti della tua casa vacanze in Sicilia

Formulare il giusto prezzo

Una leva fondamentale nel marketing mix di un business, nella fattispecie in quello degli affitti per case vacanze in Sicilia, è il prezzo.

Alcuni consigli importanti per stabilire il prezzo sugli affitti della tua casa vacanze:

  • Fai una piccola indagine di mercato sulle case vacanze già in commercio che rispecchiano in grandi linee i parametri qualitativi del tuo immobile. Nella formulazione dei prezzi, la location gioca un ruolo fondamentale, pertanto ti consigliamo di indagare sulla tua stessa area d'interesse.
  • I periodi di alta stagione possono variare non solo a seconda della location in cui è inserita la tua casa vacanze. Altri aspetti da considerare sono: i flussi turistici a seconda delle stagioni, gli eventi enogastronomici e culturali e le manifestazioni folkloristiche.
  • Nei periodi di bassa stagione, considera l'ipotesi di ridurre sensibilmente il prezzo del soggiorno Sconti e promozioni ti permetteranno di massimizzare i tuoi ricavi su base annua.
  • Per i gruppi in arrivo con determinate esigenze, ad esempio con animali domestici al seguito, puoi considerare la possibilità di inserire un supplemento. Altri extra possono essere rappresentati dalla necessità di una culla e/o del seggiolone per i bimbi, dall'organizzazione di un determinato evento durante il loro soggiorno (una cena, un compleanno) e più in genere dalla volontà espressa di usufruire di servizi vari non inclusi nel costo del soggiorno.
  • Se sei un neofita, ed è questa la tua prima inserzione pubblicitaria sulla tua casa vacanze, calcola il prezzo per il tuo immobile a regime e testa inizialmente il mercato con prezzi inferiori del 10-20% circa. Qualora il tuo annuncio godesse di un discreto successo nell'immediato, puoi considerare l'idea di aumentare progressivamente il prezzo, stagione per stagione, fino a portarlo alla cifra a regime prestabilita. Nel fare ciò tieni sempre presenti i tassi d'inflazione che plausibilmente potrebbero variare di anno in anno.
  • Studia bene il mercato e valuta oggettivamente il valore del tuo immobile. Un prezzo in linea con i tuoi “competitors” è sicuramente la scelta più sensata, è comunque importante non sottostimare in maniera drastica il tuo immobile, questo potrebbe causare un effetto boomerang lasciando percepire al cliente scarsa qualità nel complesso.
  • Crea un tariffario semplice e trasparente evitando troppe voci di costo extra. È consigliabile aumentare il prezzo complessivo del soggiorno includendo però i costi supplementari (es: luce, acqua, gas, pulizie finali)
  • Se stai considerando l'ipotesi di affittare la tua casa vacanza per periodi inferiori ad una settimana, utilizza la funzione dedicata a tale operazione nella compilazione del tariffario. È legittimo che il costo per notte sia superiore alla semplice operazione “costo a settimana / 7”. gestire la tua casa per brevi periodi comporterà più costi fissi come ad esempio le pulizie e la manutenzione.
  • Calcola il costo base di gestione settimanale della tua casa vacanza cosi da poter negoziare il prezzo all'occorrenza. Offrire uno sconto è sensato nella misura in cui non ci si rimette di tasca propria.
  • Monitora costantemente le possibili variazioni dei prezzi sul mercato restando in linea con i tuoi “competitors”.